venerdì 3 giugno 2016

Recensione #1 : La quinta onda di Rick Yancey

   Salve Readers !
Questa sera vi parlerò di un romanzo , che ho scoperto per caso, grazie proprio all'omonimo film che ha ispirato.
Ps. se non conoscete il libro, e per vostra fortuna non avete ancora visto il film, vi do un consiglio : leggete prima il libro!
Il film fa troppi spoiler, su parti del romanzo che altrimenti vi terrebbero col fiato sospeso fino all'ultima pagina.
                                              

  •  Titolo  ''La quinta onda''
  • Autore  Rick Yancey

  • Anno di pubblicazione  2013 (per la prima volta)
  • Prezzo  €13.00
  • Genere  Fantascienza \ Young Adult
  • Il Mio Voto  4.8 / 5
Trama

Dopo la prima onda la Terra sprofonda nel buio.
Dopo la seconda onda si salvano solo i più fortunati.
Dopo la terza onda sopravvivono i più sfortunati.
Dopo la quarta onda non puoi più fidarti di nessuno.
La quinta onda è appena cominciata...
Si sono presi tutto ciò per cui valeva la pena vivere.
Ora vogliono ciò per cui vale la pena morire.


La protagonista Cassie è una normalissima sedicenne, che va a scuola, ha una migliore amica e una cotta per un ragazzo che non sa neppure che lei esista, ha un fratellino di 5 anni, Sammy, che la adora e una mamma e un papà amorevoli. Tutto sembra assolutamente normale, ma è destinato a cambiare...
Dei non-bene-identificati-invasori fanno capolino dallo splendente cielo azzurro, e se ne stanno lì, come appollaiati su un ramo, ad osservare tutto lo scompiglio che la loro comparsa ha gettato sulla popolazione terrestre, ignara che quel silenzio è esattamente quello che si definisce ''la quiete prima della tempesta''.
Ed ecco, appunto , che quel silenzio viene infranto da una sfilza sconcertante di ''onde'' catastrofiche che si abbattono sulla Terra con un unico scopo apparente: fare tabula rasa.
Su questo lugubre scenario Cassie si appresta a vivere, o sarebbe meglio dire sopravvivere, con un unica certezza....niente sarà più come prima...



E' come se uno scarafaggio escogitasse il modo di fermare la scarpa che sta per schiacciarlo.

E' così che si sente Cassie e con questa metafora sottolinea la netta superiorità degli "Altri", gli alieni che hanno invaso la Terra, e quasi sterminato la popolazione. Il romanzo si apre con la ragazza che riflette sulla sua condizione, e su quella del genere umano ora che la civiltà così come la conoscevamo è stata spazzata via. Dei sette miliardi di persone che vivevano sulla Terra prima dell'Arrivo, non è rimasto che un misero 3%...Tutto, è stato spazzato via e annientato quasi tutto. Non capiamo subito quello che è successo, ma ci viene snocciolato poco alla volta, mediante dei flashback che la ragazza riporta nel suo diario. Attraverso i suoi occhi, (e poi più avanti nella storia, anche degli altri personaggi) assistiamo a una sequela di catastrofi tanto dirompenti quanto imprevedibili e inarrestabili. Cassie sta scrivendo sul suo diario, e lo fa usando il tempo presente, e quando racconta gli orrori che ha vissuto, lo fa usando sempre il tempo presente, in questo modo abbiamo l'impressione di vivere quei momenti insieme a lei, di soffrire come lei. Quattro onde si sono già abbattute sulla Terra, che hanno strappato all'affetto dei propri cari le persone più amate, come la mamma di Cassie, uccisa dal virus portato dalla seconda onda.  Ed è in arrivo la quinta che si preannuncia devastante e micidiale. Proprio mentre attendiamo, in un misto di angoscia e trepidazione, il manifestarsi dell'onda ci vengono presentati gli altri personaggi.


Chiamatemi Zombi. Testa, mani, piedi, pancia, gambe, braccia, petto: mi fa male tutto. Mi fa male anche battere le palpebre. Quindi cerco di non muovermi e di non pensare troppo al dolore. Cerco di non pensare troppo, punto.


 Facciamo la conoscenza di Zombi, adolescente come Cassie, ma diversamente da lei le onde lo hanno colpito più da vicino, infatti è malato, a causa del virus, che si porterà via i suoi genitori, ma non riuscirà ad averla vinta su di lui. Forse il virus non riuscirà a ucciderlo, ma ne plasmerà la superficie, e lo cambierà nell'intimo, come , del resto ha fatto anche l'Arrivo, l'invasione. Se infatti, prima che tutto cambiasse, le sue preoccupazioni erano rivolte al football , al college o alle ragazze, adesso i suoi pensieri sono votati alla sopravvivenza, e in seguito alla ''vendetta''. Mentre si trova in un campo di sopravvissuti, all'interno di una baracca, agonizzante per i dolori provocati dalla malattia, uno squadrone di militari fa irruzione sul campo, portandolo via , insieme ad altri superstiti. Si troverà davanti a una scelta, dalla quale non potrà fuggire...


E' un gesto senza speranza. Stupido. Suicida. Ma l'amore è un'arma contro cui non hanno difesa. Sanno come pensate, ma non cosa provate.


Dopo aver perso tutto, Cassie non ha altra scelta (anche se ciò comporta mettere a repentaglio la propria vita, con più probabilità di morire che portare a termine con successo la ''missione'') se non andare nella tana del lupo per trovare il suo fratellino, e farà tutto il possibile per poterlo riabbracciare, sapendolo sano e salvo, e al sicuro tra le sue braccia. Gli Altri, ci hanno osservati per molto tempo, hanno seguito i successi dell'evoluzione umana e hanno sfruttato a loro vantaggio queste conoscenze, ma non sono riusciti a comprendere appieno la sensibilità umana e quanto l'amore ci dia forza. Non è forse così? L'amore è una forza motrice, esiste dall'attimo in cui per la prima volta l'aria ci riempie i polmoni , e permane anche quando non cammineremo più su questa Terra. Siamo in grado di scalare montagne, di attraversare deserti se questo significa tornare dalle persone che amiamo, niente e nessuno può fermarci, è come una forza sovrumana, un dono magico, che ci trasforma in indistruttibili supereroi.

Per quanto riguarda il romanzo in sè, la scrittura è scorrevole, ricca di colpi di scena, più si va avanti con la storia più diventa avvincente. Siamo di fronte a una sfilza di situazioni adrenaliniche che ti lasciano senza fiato, per le quali sei costretto a tenere gli occhi incollati alla carta. Pagina dopo pagina sei immerso in questa distopica e fantascientifica realtà terrestre che non ti lascia scampo, cresce l'ansia e il timore della prossima mossa...Che succederà?
L'alternanza dei personaggi, e quindi del punto di vista dal quale viene raccontata la vicenda, concede al lettore uno sguardo più ampio sulla reale condizione nella quale versa l'umanità e permette anche di ''mettere in pausa'' la storia di uno dei personaggi per concentrarci su di un altro.
Vorrei concludere questa recensione con un estratto dal libro, che fa riflettere molto, soprattutto su tutto ciò che viene dato per scontato, e che invece dovrebbe essere straordinario per la sua originalità e imprevedibilità.


E' quasi l'alba. Si sente nell'aria. Il mondo trattiene il respiro, perchè non c'è davvero garanzia che il sole sorga.
Ieri non implica domani.

Nessun commento:

Posta un commento

Questo post ti è stato utile?