lunedì 27 giugno 2016

Recensione #5 : Un libro ti salverà di Erika Swyler

Buongiornoooo Lettori^^
Come state ?
Oggi vi parlerò di un romanzo fresco fresco di stampa, che mi lasciato a bocca aperta....poi vi spiego perchè ^^




* Titolo  Un libro ti salverà
* Autore  Erika Swyler
 * Pubblicazione Maggio 2016
* Editore  Garzanti
* Genere Narrativa Contemporanea / Mistery / Thriller 
* Pagine 368
* Prezzo  € 16,90


Trama


“Simon Watson fa il bibliotecario in un minuscolo paesino di Long Island. Ogni giorno, la sua unica compagnia sono il canto rabbioso dell’oceano e i suoi amati libri antichi.
 Ma Simon non immagina certo che proprio un libro possa riuscire a salvare la vita. Abita da solo in una grande casa che è della sua famiglia da generazioni.
 Sua madre è morta da molti anni e sua sorella Enola è sempre in viaggio per il mondo. Un giorno, mentre sale gli scalini del portico, vede sulla soglia di casa uno strano pacco. Dentro c’è un libro, un libro molto vecchio, con le pagine rovinate dall’acqua. 
Glielo manda un genealogista sconosciuto che, facendo ricerche, si è imbattuto in questo manoscritto risalente al XIX secolo. L’uomo è convinto che all’interno siano nascoste delle verità che riguardano la famiglia di Simon. 
Il bibliotecario comincia a leggerlo, e si trova immerso nella storia di Amos ed Evangeline, due ragazzi che si sono amati di un amore impossibile due secoli prima. Amos era un ragazzo enigmatico e di poche parole. Evangeline, pelle diafana e lunghi capelli neri, aveva la capacità di stare sott’acqua più di chiunque altro.
 Proprio come la madre di Simon. Pagina dopo pagina, Simon scopre anche una verità terribile: il 24 luglio è un giorno maledetto per tutte le donne della sua famiglia. E il prezzo da pagare è la vita. Sua sorella Enola sta per tornare a casa proprio mentre il fatidico giorno si avvicina. Solo tra le pagine di quell’antico manoscritto Simon potrà trovare, forse, il modo per salvarla…”


Simon lavora in una biblioteca, nel reparto di archiviazione; abita da solo in un'imponente, ma ormai decrepito, edificio settecentesco , situtato su una scogliera che affaccia proprio sull'oceano.
Scopriamo che ha una sorella minore, Enola, che anni prima è andata via , e lavora come cartomante per un luna park itinerante, e che come suo fratello, e ancora prima come la madre, è un'abilissima nuotatrice, in grado di restare in apnea per molto molto tempo.

L'input che permette l'avvio della storia, è l'arrivo tanto inaspettato quanto inquietante di un pacco a casa di Simon. Dentro il pacco, c'è un libro, ma non uno qualunque, un volume davvero molto antico, datato intorno al xix° secolo, con la copertina in pelle, la rilegatura ormai completamente usurata, e con le pagine quasi incollate tra loro e l'inchiostro in parte sbiadito, come se fosse rimasto vittima di un forte acquazzone.
All'interno c'è un biglietto scritto a mano da un libraio sconosciuto, amante di testi rari, che glielo porge in dono, avendo scorto tra le pagine del vecchio libro un nome riconducibile alla famiglia del bibliotecario.

A Simon i misteri intrigano molto, così dapprima spulciando, e poi studiando il manoscritto comincia a notare delle coincidenze davvero raccapriccianti che riguardano personalmente la sua famiglia...ha bisogno di indagare più a fondo, perchè gli servono delle risposte al più presto, potrebbe esserci in gioco la vita della sua stessa sorella.

Le vite dei personaggi del passato, racchiuse in questo testo così consunto, finiranno con l'intrecciarsi a quella di Simon e della sua famiglia.

Sullo sfondo della storia americana a metà tra il 18° e il 19° secolo, con le giostre itineranti, ci lasceremo coinvolgere nella ricerca disperata nel tentativo di salvare delle vite, dalla vita degli artisti, dalle leggende popolari, dalle superstizioni, e ci lasceremo ammaliare dalle carte, dal loro linguaggio mistico e dal loro grande potere.

La narrazione alterna tra il presente, con la ricerca di Simon, e il passato, con le vite dei personaggi impressi dall'inchiostro nelle pagine del manoscritto, determina un duplice punto di vista della situazione, che garantisce al lettore una crescente curiosità riguardo le cause che generano gli effetti a quali cerca un rimedio Simon.

L'alternanza del tempo narrativo è ordinata dalla successione dei capitoli, per cui ogni passo avanti che porta il bibliotecario sempre più vicino a un dispiegamento dei fatti, siamo costretti a mettere in stand-by per tornare indietro nel tempo e proseguire con gli eventi nel passato.
Nonostante ciò, la vicenda scorre rapidamente, con una sequela di colpi di scena che lasciano il lettore incollato alle pagine, determinato a scoprire come va a finire la storia, che cambia di continuo, sempre sul più bello aggiungerei, proprio quando siamo sicuri di essere difronte a una rivelazione cruciale, ecco che si capovolge tutto, lasciando esterrefatti e totalmente privi di parole.



Il mio voto :


Un esordio davvero inaspettato, un libro capace di farti rabbrividire in piena estate, con tutte le congetture e quel lato mistico del romanzo che ci proietta nel passato, quasi come fossimo noi stessi membri della carovana di Mr Peabody, anche noi con un dono, con un talento.
Il mio giudizio è stato influenzato soprattutto da due fattori:
in primis, il romanzo stenta un po' a partire, le prime 50 pagine sono un po' sofferte, ma superate quelle prende il volo!
Il secondo punto, è la disposizione dei capitoli, il gioco passato/presente, le due narrazioni che si intrecciano fino a dipendere l'una dall'altra, da una parte è stupendo, davvero ben congeniato, (sempre secondo il mio modesto parere) dall'altra tende a disorientare il lettore, sono troppi i nomi delle persone e dei luoghi che ci vengono proposti in un tempo troppo breve, e si fatica a contestualizzare gli interlocutori.

And last but not least, 
spero che questo post vi sia stato utile ( fatemelo sapere con un commento o un like ^^), come sempre vi auguro buona giornata!
A presto
Ale


Nessun commento:

Posta un commento

Questo post ti è stato utile?