lunedì 4 luglio 2016

Recensione #7 : Noi Siamo Grandi Come La Vita di Ava Dellaira


Ciao Lettori^^ !!
Come procedono le vostre letture?
Le mie piuttosto bene, ma ve ne parlerò un'altra volta...
Oggi vorrei parlarvi di un romanzo che ho letto un po' di tempo fa, ma che mi è rimasto nel cuore.




* Titolo Noi Siamo Grandi Come La Vita
* Autore Ava Dellaira
* Pubblicazione 3 Giugno 2014
* Editore Sperling & Kupfer
* Genere Young Adult / Drammatico
* Pagine 313
* Prezzo € 12.00


Trama

Tutto inizia con un compito assegnato nei primi giorni di scuola: «Scrivi una lettera a una persona che non c'è più». E così Laurel scrive a Kurt Cobain, che May, la sua sorella maggiore, amava tantissimo. E che se n'è andato troppo presto, proprio come May. Per Laurel, la sorella era un mito: bella, perfetta, inarrivabile. Era il sole intorno a cui ruotava tutto, specie da quando i genitori si erano separati. Perderla è stato indescrivibile, qualcosa di cui Laurel non vuole parlare. Ecco perché ha scelto di frequentare un liceo diverso da quello di May, un posto dove nessuno sa cosa è successo davvero, dove non ci sono domande imbarazzanti o sguardi compassionevoli a rincorrerla. Sulla carta, invece, Laurel si lascia finalmente andare. E dopo quella prima lettera, che non consegnerà all'insegnante, continua a scriverne altre, indirizzandole a Amy Winehouse, Heath Ledger, Janis Joplin e altri idoli della sorella scomparsa. Soltanto a loro riesce a confidare cosa vuol dire avere quindici anni e sentire di avere perso una parte di sé, senza nemmeno potersi aggrappare alla famiglia perché è andata in mille pezzi. Soltanto a loro può confessare la paura e la voglia di avventurarsi in quel mondo nuovo che è la scuola, la magia di incontrare amiche che ti fanno sentire normale e speciale al tempo stesso, l'emozione di incrociare lo sguardo di un ragazzo che afferra i tuoi occhi con i suoi e non li lascia andare. Finché, come un viaggio dentro di sé, quelle lettere porteranno Laurel al cuore di una verità che non ha mai avuto il coraggio di affrontare. Qualcosa che riguarda lei e May. Qualcosa che va detto a voce alta: solo così Laurel potrà superare quello che è stato, imparare ad amarsi e trovare il coraggio di andare avanti. Perché la vita è lì, davanti a lei, con tutte le sue infinite strade possibili. E, per quanto possa fare paura, non c'è emozione più grande di sentire il suo battito.



Non succede spesso di imbattersi in romanzi di questo genere, e con genere non mi riferisco alla classificazione letteraria ^^
Ne avevo sentito parlare, visto migliaia di foto postanti questo libro, e decine e decine di commenti.
Alla fine mi sono detta, ora basta, devo assolutamente sapere di cosa parla!!
Presto detto.

Straordinariamente inaspettata la presentazione della narrazione...
Una storia che si racconta attraverso le lettere che Laurel, la protagonista, scrive e indirizza a numerose Star del cinema, della musica, del teatro, della storia...tutte defunte.
Cerca un legame con esse, e nel frattempo ci svela la sua storia, ricca di segreti e misteri.


Laurel è una ragazzina, che sta cominciando la scuola superiore con un grossissimo peso sulle spalle. Ha perso da poco l'amatissima sorella maggiore ,
May, che era il suo punto fisso e ha sempre desiderato somigliarle, almeno un po' .
Ha scelto di frequentare una scuola diversa da quella di May, perchè voleva essere invisibile, non voleva essere additata come "la ragazzina con la sorella morta", ma allo stesso tempo voleva essere come May, con delle amiche con cui passare il tempo e che non provassero pietà per lei.
E' così che tutto è iniziato, cercando di somigliare sempre più alla sorella, e ha cominciato a perdere di vista sè stessa, e la sua reale personalità.

E poi arriva Sky, il ragazzo che sembra aver catturato l' attenzione di Laurel, che un bel giorno in corridoio le rivolge la parola e la invita a fare un giro in macchina e la prende per mano, lasciando intendere di essere interessato a lei, e che poi si comporta come se la conoscesse a malapena.
Ma anche Sky ha un passato che torna a tormentarlo, nonostante i suoi sforzi per sfuggirgli.

Ma è inevitabile, i due si piacciono e presto cominceranno a sperimentare quell'amore che nasce quando si è anche troppo giovani e ingenui, quell'amore capace di lasciare segni indelebili sulla nostra pelle.

Laurel, dovrà fare i conti con il senso di colpa, dovrà lottare contro quel dolore che cerca di trascinarla sempre più in basso, togliendole il fiato, ma dovrà vedersela anche con l'abbandono della madre, partita dopo la morte della figlia maggiore, perchè non era in grado di prendersi cura dell'altra figlia.

Prenderà sempre più superficialmente la vita, comincerà a provare i piaceri fisici che le danno sfogo nell'immediato ma che poi ti lasciano un grande vuoto dentro, come l'alcool e la droga....ma imparerà ad assumersi le sue responsabilità.

Vedremo Laurel crescere, e imparare dai suoi errori, la vedremo cadere e rialzarsi più forte. Imparerà ad affrontare la vita e soprattutto ad amare ,sè stessa e gli altri.
Scopriremo anche quali sono le cause dei tormenti che le hanno logorato il quieto vivere per molto tempo, e anche come è morta May, un grande mistero per quasi l'intera durata del romanzo.



Il mio voto :

Questo romanzo mi ha sorpreso molto, a cominciare dalle lettere, dalle frasi ad effetto che ben catturano l'attenzione del lettore, la storia, originalissima e anche se drammatica davvero davvero ben costruita.
Entriamo nei pensieri di una ragazza che ha sofferto in passato, e continua a soffrire e cerchiamo in tutti i modi di scoprire come aiutarla, vogliamo, anzi che dico, dobbiamo sapere cosa fare per aiutarla.
Non nego che in alcuni momenti sarei volentieri entrata nel libro per prenderla a sberle...ma è stata brava.
Ed è stata ancora più brava Ava Dellaira...spero che continuerà a stupirci con la sua straordinaria scrittura.


And last but not least...

e


Nessun commento:

Posta un commento

Questo post ti è stato utile?